Società Coop. Agricola La Mandorla

La Frutta a Guscio fa Boom alla Fiera Sigep 2024

Da sinistra: Gianluca Carmisciano, Roberta Selvaggio, Giovanni Gueli

La Frutta a Guscio fa Boom alla Fiera Sigep 2024

News ed Eventi
Da sinistra: Gianluca Carmisciano, Roberta Selvaggio, Giovanni Gueli

La Frutta a Guscio OP La Mandorla fa Boom alla Fiera Sigep 2024

A rappresentare La Cooperativa Agricola La Mandorla di Mazzarino (Caltanissetta) oggi erano presenti in fiera Gianluca Carmisciano, responsabile commerciale, Roberta Selvaggio, responsabile comunicazione, e Giovanni Gueli, responsabile tecnico.
Sigep 2024 è un trionfo di entusiasmo e ottimismo, specialmente nello stand di Ismea, dove il Masaf ha ospitato 13 Organizzazioni di Produttori (Op) di frutta a guscio. Tra i protagonisti di questo boom spicca La Cooperativa Agricola La Mandorla di Mazzarino, Caltanissetta, che ha catturato l’attenzione di Myfruit.it.

Gianluca Carmisciano, responsabile commerciale della Cooperativa Agricola La Mandorla, ha raccontato l’impegno e la resilienza del settore, nonostante le sfide dell’ultimo anno. La loro Op gestisce quasi 2.000 ettari con circa un centinaio di associati nelle province centrali della Sicilia, tra cui Caltanissetta, Enna e Agrigento. Nonostante la stabilità della base sociale, il 2023 è stato complicato a causa dei venti e delle piogge primaverili che hanno quasi dimezzato la produzione. Carmisciano evidenzia anche la sfida dei prezzi, attualmente inferiori di due o tre euro rispetto al 2021, con un prezzo medio di 7 euro al chilo per il prodotto biologico, che rappresenta il 95% della produzione.

Parlando dei listini, Carmisciano sottolinea un cambiamento significativo: per la prima volta, sono stati applicati prezzi diversi in base alle varietà, un elemento che ha penalizzato La Cooperativa Agricola La Mandorla poiché molte delle loro varietà sono tradizionali, mentre oggi sono richieste principalmente varietà come Tuono. Tuttavia, c’è soddisfazione per la riscoperta del settore della frutta secca grazie all’impegno di Sigep, Masaf, Ismea e Italia Ortofrutta – Unione Nazionale.

Nonostante le sfide, Cooperativa Agricola La Mandorla continua a investire nella mandorlicoltura. Hanno recentemente vinto un bando Pif, piano integrato di filiera, ottenendo 6 milioni di euro che saranno utilizzati per migliorare venti aziende di produzione e aggiornare sei aziende di trasformazione. La costruzione di un magazzino più grande testimonia la volontà di crescere ulteriormente. La partecipazione a Sigep, dopo l’esperienza positiva a Macfrut 2023, ha portato numerosi riscontri e incontri con referenti di pasticcerie e potenziali clienti professionali, sia italiani che stranieri. Ora, La Cooperativa Agricola La Mandorla auspica di concretizzare questi contatti per un futuro prospero. Sigep 2024 si conferma così un trampolino di lancio per il settore della frutta a guscio, con La Cooperativa Agricola La Mandorla di Mazzarino a svolgere un ruolo chiave in questo rinascimento.

La Cooperativa Agricola La Mandorla Sigep 2024
Tags :
Mandorle Bio,Sigep
Condividi :

Ultimi Aggiornamenti

Categorie

Acquista anche tu prodotti Bio

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le notizie aggiornate

I nostri recapiti

Richiedi Informazioni

Per diventare socio è necessario presentare domanda utilizzando il modulo di iscrizione.
Spesa finanziata con l’aiuto finanziario dell’Unione. (art. 34 del Reg. UE n. 1309/2013). Programma Operativo 2020/2024, annualità 2021

Società Coop. Agricola La Mandorla – P. Iva: 01961610852

Copyright © 2021. All rights reserved.

La Coop. La Mandorla alla Fiera Sigep 2024 a Rimini

sigep

La Coop. La Mandorla alla Fiera Sigep 2024 a Rimini

News ed Eventi
sigep

La Coop. Sociale La Mandorla alla Fiera Sigep 2024 a Rimini

La Cooperativa Agricola La Mandorla è lieta di annunciare la sua partecipazione alla prestigiosa fiera Sigep, in programma a Rimini dal 20 al 24 gennaio 2024. Questo evento imperdibile, giunto alla 45ª edizione, si conferma come la fiera internazionale leader nei settori della gelateria, pasticceria, panificazione artigianale e caffè, rivolta esclusivamente agli operatori professionali provenienti da tutto il mondo.

Presso il Padiglione A3, troverete lo stand n. 129 “Stand Masaf-ISMEA,” dove saremo entusiasti di farvi scoprire la nostra eccellente selezione di frutta secca ed essiccata di altissima qualità

La Cooperativa Agricola La Mandorla porta avanti una tradizione agricola di qualità, e la partecipazione a Sigep è un’occasione unica per condividere la nostra passione e impegno con la comunità professionale.

L’evento rappresenta un’opportunità straordinaria per il settore, permettendo agli operatori di immergersi nelle ultime tendenze e novità, nonché di stabilire connessioni significative con altri professionisti del settore. Siamo onorati di far parte di questa importante vetrina e contribuire alla crescita e allo sviluppo del nostro settore.

Il team della Cooperativa Agricola La Mandorla è pronto ad accogliervi con entusiasmo, condividendo la nostra storia, la passione per la qualità e la dedizione alla produzione di frutta secca ed essiccata eccezionale.

Siamo certi che la vostra visita allo stand sarà un’esperienza indimenticabile, ricca di sapori autentici e scoperte gastronomiche.

Non vediamo l’ora di incontrare tutti coloro che vorranno venirci a trovare! 

Sigep 2024 è un appuntamento da non perdere, e la Cooperativa Agricola La Mandorla è pronta a stupirvi con i suoi prodotti di alta qualità e la genuinità delle sue radici agricole.

Ci vediamo a Rimini!

 
Tags :
Mandorle Bio,Sigep
Condividi :

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le notizie aggiornate

I nostri recapiti

Richiedi Informazioni

Per diventare socio è necessario presentare domanda utilizzando il modulo di iscrizione.
Spesa finanziata con l’aiuto finanziario dell’Unione. (art. 34 del Reg. UE n. 1309/2013). Programma Operativo 2020/2024, annualità 2021

Società Coop. Agricola La Mandorla – P. Iva: 01961610852

Copyright © 2021. All rights reserved.

La Coop. La Mandorla alla fiera fruit Logistica di Berlino

La Coop. La Mandorla alla fiera fruit Logistica di Berlino

News ed Eventi
𝒇𝒊𝒆𝒓𝒂 𝑭𝒓𝒖𝒊𝒕 𝑳𝒐𝒈𝒊𝒔𝒕𝒊𝒄𝒂 𝒅𝒊 𝑩𝒆𝒓𝒍𝒊𝒏𝒐

La Coop. Sociale La Mandorla alla 𝒇𝒊𝒆𝒓𝒂 𝑭𝒓𝒖𝒊𝒕 𝑳𝒐𝒈𝒊𝒔𝒕𝒊𝒄𝒂 𝒅𝒊 𝑩𝒆𝒓𝒍𝒊𝒏𝒐

La 𝒇𝒊𝒆𝒓𝒂 𝑭𝒓𝒖𝒊𝒕 𝑳𝒐𝒈𝒊𝒔𝒕𝒊𝒄𝒂 𝒅𝒊 𝑩𝒆𝒓𝒍𝒊𝒏𝒐, tenutasi 𝑑𝑎𝑙 9 𝑎𝑙 11 𝑓𝑒𝑏𝑏𝑟𝑎𝑖𝑜 2023, è stata un evento molto interessante e ricco di opportunità per la nostra azienda. L’obiettivo principale della nostra partecipazione era quello di presentare i nostri prodotti ai potenziali clienti e fornitori, nonché di identificare nuove tendenze di mercato.


Il nostro stand, situato in una posizione strategica all’interno del padiglione della regione Sicilia, è stato molto frequentato e ha attirato l’attenzione di molti visitatori.

Abbiamo avuto l’opportunità di incontrare diversi clienti attuali e potenziali, non solo dalla Germania ma anche da altri paesi europei e internazionali.

Questo ci ha permesso di ampliare la nostra rete di contatti e di presentare loro le nostre nuove linee di prodotti.


Inoltre, abbiamo avuto l’opportunità di partecipare a diverse conferenze e seminari che ci hanno permesso di conoscere meglio le tendenze del mercato.

Questo ci ha aiutato a rafforzare la nostra strategia di marketing e di prodotto e ad adattarla alle esigenze dei clienti.


In conclusione, la nostra partecipazione alla 𝐅𝐫𝐮𝐢𝐭 𝐋𝐨𝐠𝐢𝐬𝐭𝐢𝐜𝐚 𝐝𝐢 𝐁𝐞𝐫𝐥𝐢𝐧𝐨 𝟐𝟎𝟐𝟑 𝐞̀ 𝐬𝐭𝐚𝐭𝐚 𝐮𝐧 𝐬𝐮𝐜𝐜𝐞𝐬𝐬𝐨.

Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti e confidiamo di poter consolidare i contatti fatti e di sviluppare nuove opportunità di business.

𝒇𝒊𝒆𝒓𝒂 𝑭𝒓𝒖𝒊𝒕 𝑳𝒐𝒈𝒊𝒔𝒕𝒊𝒄𝒂 𝒅𝒊 𝑩𝒆𝒓𝒍𝒊𝒏𝒐
Tags :
Mandorle Bio
Condividi :

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le notizie aggiornate

I nostri recapiti

Richiedi Informazioni

Per diventare socio è necessario presentare domanda utilizzando il modulo di iscrizione.
Spesa finanziata con l’aiuto finanziario dell’Unione. (art. 34 del Reg. UE n. 1309/2013). Programma Operativo 2020/2024, annualità 2021

Società Coop. Agricola La Mandorla – P. Iva: 01961610852

Copyright © 2021. All rights reserved.

Mandorlata Maria SS della Stella

Mandorlata Maria SS della Stella

News ed Eventi
Mandorlata Maria SS della Stella

Mandorlata Maria SS della Stella a Barrafranca

Ogni anno a settembre si celebra a Barrafranca la Festa della Compatrona Maria SS. della Stella. Il culto per la Madonna della Stella ha origini antichissime, che risalgono ai primi anni del 1500.

La festa si svolge ogni annualmente l’8 di settembre, ma i festeggiamenti durano una quindicina di giorni. In questa occasione, il comune di Barrafranca si riempie di tradizioni legate a questa Terra.

Durante tutto il periodo delle celebrazioni sono presenti i tipici carretti siciliani, e si svolge la sfilata dei “ritini”, ossia il trasporto nella Chiesa della Madonna del grano offerto tramite muli e cavalli bardati.

Ad accompagnare la sfilata c’è il corteo con la banda musicale e gli sbandieratori. Infine, la sera viene portato in processione, per le strade della città, il quadro della Madonna.

In concomitanza della Festa si svolgono anche delle iniziative culinarie legate alle tradizioni siciliane, come la Mandorlata, che si è svolta lunedì 5 settembre a Barrafranca in Piazza Madonna.

La Cooperativa La Mandorla di Mazzarino ha sponsorizzato personalmente l’evento. In questa giornata è stato possibile degustare moltissime prelibatezze che presentano come ingrediente principale la mandorla, specialità dell’azienda.

Le mandorle prodotte dalla cooperativa sono perfettamente in armonia con il clima siciliano e su di esse non viene effettuato nessun trattamento. La Mandorlata è stata un’occasione unica per tutti i visitatori per poter assaggiare una delle migliori tipologie di mandorle coltivate in Sicilia. Se volete acquistare alcuni dei prodotti potete visitare il sito www.prodottisiciliabio.com

Tags :
Mandorle Bio
Condividi :

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le notizie aggiornate

I nostri recapiti

Richiedi Informazioni

Per diventare socio è necessario presentare domanda utilizzando il modulo di iscrizione.
Spesa finanziata con l’aiuto finanziario dell’Unione. (art. 34 del Reg. UE n. 1309/2013). Programma Operativo 2020/2024, annualità 2021

Società Coop. Agricola La Mandorla – P. Iva: 01961610852

Copyright © 2021. All rights reserved.

Festival dell’agricoltura e dello sviluppo sostenibile

Festival dell’agricoltura e dello sviluppo sostenibile

News ed Eventi
Terra Mia: festival dell'agricoltura e dello sviluppo sostenibile

Terra Mia: Il Festival dell’Agricoltura e dello Sviluppo Sostenibile a Ribera

“Terra mia” è il Festival dell’Agricoltura e dello Sviluppo Sostenibile che si terrà nei giorni 2 3 4 e 5 giugno 2022, a Villa Comunale di Ribera, in provincia di Agrigento.

Questa manifestazione affronta tutte le tematiche legate all’agricoltura: dalla lavorazione del terreno alla semina, dall’irrigazione ai trattamenti, fino alla raccolta, in un’ottica di tecnologia capace di conciliare l’agricoltura innovativa e la sostenibilità.

Saranno cinque giorni intensi, di convegni, seminari formativi e prove su campo. Ci saranno molti eventi culturali e workshop, ma non mancheranno spettacoli per un intrattenimento generale.

Il tutto si svolgerà in un clima di festa, piacevole e conviviale, capace di accontentare i gusti e le sensibilità di tutti i partecipanti.

È l’occasione adatta per scoprire da vicino molte curiosità riguardanti il mondo della coltivazione e dell’agricoltura. Avrete la possibilità di relazionarvi con chi vive questa realtà quotidianamente, facendo domande o semplicemente scoprendo cosa ci cela dietro una produzione agricola.

Terra Mia: la Cooperativa “La Mandorla” sarà presente!

L’obiettivo di questo festival è creare relazioni tra i produttori e i visitatori, in una formula dinamica e interattiva. A tal proposito, la Cooperativa La Mandorla sarà presente, in quanto abbraccia a pieno gli ideali dell’evento.

Infatti, tutto quello che si propone al festival rispetta dei criteri precisi criteri etici per diffondere un’agricoltura sana e di qualità. Chi, se non La Mandorla, può trasmettere questi valori ai visitatori: da anni la società con sede a Mazzarino cerca di produrre rispettando il territorio, l’ambiente e l’economia.

La società si impegna a realizzare gli obiettivi tramite una forte e organizzata struttura, che la rende una certezza nel campo della produzione delle mandorle in Sicilia e in Italia. Perciò, nei cinque giorni del festival potrete venire a conoscere da vicino la squadra che opera all’interno della Cooperativa.

Tutti i membri della Cooperativa La Mandorla sono focalizzati verso la crescita della mandorlicoltura nostrana, secondo dei canoni che sposano a pieno i punti cardine del festival Terra Mia. L’impegno è ripagato dal portare nelle vostre case e nelle tavole di tutti gli italiani un alimento gustoso e prelibato, ma allo stesso tempo di ottima fattura, il tutto rigorosamente e naturalmente biologico.

L’O.P. La Mandorla lavora assiduamente per valorizzare questo frutto, da sempre legato al territorio siciliano. Attraverso il modello precedentemente elencato, cerca di sostenere gli agricoltori, dando attenzione alla produzione, fino a rispondere alle esigenze di tutti i consumatori.

Non vi resta che fare un salto a Ribera in una o più giornate del festival e godervi questa fantastica esperienza all’insegna della natura conciliata alla produttività.

Tags :
Mandorle Bio
Condividi :

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le notizie aggiornate

I nostri recapiti

Richiedi Informazioni

Per diventare socio è necessario presentare domanda utilizzando il modulo di iscrizione.
Spesa finanziata con l’aiuto finanziario dell’Unione. (art. 34 del Reg. UE n. 1309/2013). Programma Operativo 2020/2024, annualità 2021

Società Coop. Agricola La Mandorla – P. Iva: 01961610852

Copyright © 2021. All rights reserved.

Modalità di Adesione e Criteri di Selezione dei Partner

Modalità di Adesione e Criteri di Selezione dei Partner

News ed Eventi
mandorle siciliane biologiche

PSR SICILIA 2014-2022
BANDO 2021 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA (PIF) – COMPARTO FRUTTA A GUSCIO
SOGGETTO CAPOFILA: LA MANDORLA SOC. COOP. AGRICOLA OP
MODALITÀ DI ADESIONE E CRITERI DI SELEZIONE DEI PARTNER

Il Progetto Integrato di Filiera di cui l’azienda LA Mandorla soc. coop. agricola, organizzazione di produttori, si fa promotore, assumendo il ruolo di soggetto capofila, ha i seguenti obiettivi:
– consentire l’integrazione di tutti i segmenti della filiera produttiva (dalla produzione alla commercializzazione) per l’aggregazione di massa critica adeguata;
– rendere più competitivo il settore mandorlicolo siciliano per affrontare il mercato della globalizzazione sostenendo la redditività delle aziende agricole e aumentando il valore aggiunto delle stesse;
– promuovere tutte le iniziative di informazione e formazione, valorizzazione della produzione, servizi e logistica che i singoli soggetti della filiera non sono in grado di affrontare;
– promuovere innovazione gestionale organizzativa, di processo e di prodotto.
Per il perseguimento di tali obiettivi, il progetto intende coinvolgere tutti i soggetti della filiera mandorlicola secondo criteri di trasparenza e pari opportunità.
MODALITÀ DI ADESIONE AL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA.
Per l’adesione al Progetto Integrato di Filiera, i soggetti interessati devono operare nella fase di produzione, lavorazione e/o trasformazione e commercializzazione del settore della frutta a guscio, con particolare riguardo al comparto produttivo mandorlicolo
Tale attività si deve desumere dalla visura camerale e dai relativi codici ateco attivati.
Il soggetto deve operare nel territorio della Regione Siciliana.
Per partecipare al Progetto di filiera le imprese devono realizzare investimenti, aderendo ad almeno una delle sottomisure/operazioni previste dal PSR Sicilia 2014/2022 attivate dal bando PIF e in particolare alle seguenti:
1.1 Sostegno alla formazione professionale e azioni di acquisizione di competenze.
1.2 Sostegno alle attività dimostrative e azioni di informazione
3.2 Sostegno per attività di informazione, di promozione, svolte da associazioni di produttori nel mercato interno
4.1 Sostegno ad investimenti nelle aziende agricole
4.2 Sostegno ad investimenti a favore della trasformazione/commercializzazione e/o sviluppo dei prodotti agricoli
per ogni sottomisura devono essere rispettati i criteri di ammissibilità e il progetto deve rispettare il punteggio minimo previsto dalle stesse (Partecipante diretto). I partecipanti diretti devono possedere sul Sistema Informativo SIAN AGEA il fascicolo aziendale elettronico aggiornato.
È possibile partecipare al Progetto di filiera anche senza la realizzazione di investimenti ma dimostrando di usufruire di una positiva ricaduta dei vantaggi derivanti dalla realizzazione del progetto stesso (Partecipante indiretto).
Non sono ammesse imprese in difficoltà ai sensi degli orientamenti dell’Unione per gli aiuti di Stato nel settore agricolo e forestale e degli orientamenti dell’Unione in materia di aiuti di stato per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese in difficoltà (2004/C244/02) (Testo rilevante ai fini del SEE) (GUUE C 244 del 1.10.2004).
Tutte le imprese partecipanti al Progetto di filiera devono riconoscere un soggetto Capofila, o mandatario, che ha il compito di organizzare e coordinare l’intero progetto.
Le imprese, altresì, si impegnano a sottoscrivere un Accordo di filiera, che regola e definisce il rapporto di tipo contrattuale tra le aziende agricole di produzione primaria e le aziende di trasformazione e commercializzazione.
I partecipanti diretti e indiretti, infatti, si impegnano a cedere e ad acquistare per tutta la durata prevista nell’Accordo una determinata quantità di materia prima, semilavorati e prodotti finiti stabilita nell’Accordo stesso.
Le imprese che intendono partecipare al progetto di filiera possono farne richiesta inviando una mail all’indirizzo cooplamandorla@gmail.com specificando le generalità e tipo di impresa, comparto produttivo e codice ateco, modalità di partecipazione diretta o indiretta, sarà successivamente contattato dal soggetto proponente per ulteriori approfondimenti.
CRITERI DI SELEZIONE
La selezione delle imprese interessate a partecipare al Progetto di Filiera promosso dal Soggetto Capofila La Mandorla soc. coop. agr. nel comparto mandorlicolo sarà effettuata sulla scorta di tali criteri di selezione, pensati per assicurare ampia trasparenza e pari opportunità e per il raggiungimento degli obiettivi progettuali:
1. Impresa che aderisce a Cooperativa, Associazione, Distretto, Consorzio, Organizzazione di Produttori riconosciuta e non del settore mandorlicolo o biologico.
2. Impresa che ha aderito a progetti finanziati o ammissibili di finanziamento a valere sulla sottomisura 16.1 “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura” del PSR Sicilia 2014/2022.
3. Impresa che opera in regime di agricoltura biologica.
4. Impresa che aderisce a sistemi di qualità volontari e certificati. A parità di sistema di certificazione, sarà preferita l’impresa che aderisce da più tempo.
5. Impresa che aderisce a sistemi volontari di certificazione di prodotto e di processo quali BRC, IFS, GLOBALGAP, ISO 9001, ISO 14001, ISO 22000, ISO 22005, MPS, ecc.
6. Impresa che nel triennio precedente ha partecipato, attivato e/o completato un progetto di investimento a valere su bandi pubblici nazionali, regionali e del PSR Sicilia senza penalità o restituzione bonaria del contributo ammissibile ricevuto.
7. Impresa che intende realizzare investimenti in opere/azioni/attività in linea con gli obiettivi del Progetto di Filiera.

Scarica Modulo Adesione

MODULO ADESIONE E CRITERI DI SELEZIONE PARTNER PIF MANDORLO
Tags :
Mandorle Bio
Condividi :

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le notizie aggiornate

I nostri recapiti

Richiedi Informazioni

Per diventare socio è necessario presentare domanda utilizzando il modulo di iscrizione.
Spesa finanziata con l’aiuto finanziario dell’Unione. (art. 34 del Reg. UE n. 1309/2013). Programma Operativo 2020/2024, annualità 2021

Società Coop. Agricola La Mandorla – P. Iva: 01961610852

Copyright © 2021. All rights reserved.

Progetto Integrato di Filiera (P.I.F.)

Progetto Integrato di Filiera (P.I.F.)

News ed Eventi
PSR Sicilia 2014 2022

AVVISO PUBBLICO

L’OP La Mandorla Società Cooperativa Agricola, azienda leader nel settore della frutta in guscio, intende affrontare le criticità del comparto ed avviare un progetto integrato di filiera cogliendo l’opportunità offerta dal PSR Sicilia 2014-2022, al fine di favorire i processi di riorganizzazione e consolidamento della filiera e per realizzare relazioni di mercato più equilibrate.

 

A tal proposito organizza e invita tutti gli attori del settore a partecipare ad una riunione pubblica che si terrà giorno 23 febbraio 2022 a Mazzarino (Cl), quale momento di riflessione sullo stato dell’arte attuale del settore della frutta in guscio, con particolare riferimento al settore mandorlicolo, ma anche come momento di proposta e condivisione di un’idea progettuale, da presentare ai sensi del bando PIF del PSR Sicilia 2014-2022, nell’intento di accogliere e raccogliere più adesioni possibili, per la creazione di un Accordo di filiera che sia in grado di integrare tutti i segmenti della filiera produttiva, di rendere più competitivo il settore e promuovere l’innovazione organizzativa, di processo e di prodotto.

 

L’evento si terrà mercoledì 23 febbraio 2022 alle ore 16:00 presso Villa Rosengelo in C/da Pileri SP27 93013 Mazzarino

Per maggiori info sulle modalità di partecipazione alla riunione, ulteriori dettagli saranno forniti sul sito web alla sezione News www.cooplamandorla.it o scrivendo all’indirizzo mail cooplamandorla@gmail.com.

Progetto Integrato di Filiera (P.I.F.)
Tags :
Mandorle Bio
Condividi :

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le notizie aggiornate

I nostri recapiti

Richiedi Informazioni

Per diventare socio è necessario presentare domanda utilizzando il modulo di iscrizione.
Spesa finanziata con l’aiuto finanziario dell’Unione. (art. 34 del Reg. UE n. 1309/2013). Programma Operativo 2020/2024, annualità 2021

Società Coop. Agricola La Mandorla – P. Iva: 01961610852

Copyright © 2021. All rights reserved.

I benefici del consumo di mandorle

I benefici del consumo di mandorle

News ed Eventi
ciotola mandorle

Un nuovo studio analizza i benefici del consumo di mandorle su glicemia e apporto calorico giornaliero

Quando si tratta di scegliere uno spuntino che aiuti a superare la fatica mattutina, ciò che consumiamo può fare la differenza e influire sul modo in cui mangiamo per il resto della giornata. Un nuovo studio, finanziato dall’Almond Board of California, ha dimostrato che uno spuntino mattutino a base di mandorle (rispetto a un’opzione comune, ad alto contenuto di carboidrati) aiuta a mantenere più stabili i livelli di glicemia nel sangue e riduce il numero di calorie consumate nel corso della giornata.

In questo studio su 100 adulti neozelandesi di età compresa tra 18 e 65 anni, i partecipanti hanno consumato almeno 42,5 g di mandorle non tostate o uno spuntino dolce di pari calorie (lo spuntino più popolare secondo un sondaggio). Entrambi gli snack rappresentavano il 10% dell’apporto calorico totale, quindi in alcuni casi la quantità di snack consumata era maggiore.

Lo studio ha avuto un disegno crossover randomizzato, il che significa che ogni partecipante lo ha completato mangiando un giorno lo spuntino alle mandorle e un giorno diverso lo spuntino con biscotti, in questo ordine o viceversa, con un periodo di washout tra ogni spuntino. Il giorno del test, i partecipanti hanno consumato una colazione standardizzata. Due ore dopo, hanno mangiato la merenda loro assegnata. Le valutazioni della glicemia e dell’appetito sono state misurate al basale e a intervalli di 15 o 30 minuti dopo aver finito di mangiare. Due ore dopo la merenda, è stato offerto il pranzo ai partecipanti, che sono stati lasciati liberi di mangiare quanto desiderato, ed è stato registrato il consumo. I partecipanti hanno poi registrato la loro assunzione di cibo per il resto della giornata.

I risultati hanno mostrato che la risposta glicemica era più bassa tra i partecipanti dopo lo spuntino alle mandorle rispetto allo spuntino con biscotti. Le valutazioni sull’appetito non differivano tra i gruppi tranne che per il punteggio dell’appetito a 90 minuti, che era più basso per quanti avevano consumato biscotti rispetto alle mandorle (un risultato inaspettato, poiché lo spuntino alle mandorle ha generato una risposta glicemica più stabile).

Non sono state rilevate differenze nella quantità di calorie consumate a pranzo dopo gli snack di mandorle o biscotti. Tuttavia, in base ai record di assunzione di cibo dei partecipanti, coloro che hanno mangiato lo spuntino alle mandorle hanno riferito di aver mangiato ~150 calorie in meno (in media) nel corso della giornata. Se mantenuta, questa riduzione calorica potrebbe teoricamente tradursi in circa mezzo chilo di perdita di peso al mese.

Questa analisi su un singolo giorno si inserisce nel quadro di uno studio più ampio, di un anno, che esamina le implicazioni del consumo di mandorle a lungo termine sulla gestione del peso. Le osservazioni di questo studio acuto sono coerenti con i risultati di uno studio precedente pubblicato sull’European Journal of Nutrition. I ricercatori hanno scoperto che uno spuntino a metà mattina di mandorle (42 g), rispetto a nessuno spuntino, ha aiutato a controllare l’appetito e ha portato a un minor numero di calorie consumate a pranzo e a cena. I risultati di questo studio precedente suggeriscono che, invece di saltare uno spuntino, consumare mandorle a metà mattina può aiutare a frenare la fame.

“I nostri risultati hanno mostrato come mangiare mandorle come spuntino al mattino ha portato i partecipanti a consumare spontaneamente meno calorie nel corso della giornata” ha affermato la dott.ssa Rachel Brown, ricercatrice capo e professore presso il Dipartimento di nutrizione umana, Università di Otago. “Inoltre, il nostro studio ha dimostrato che le mandorle hanno mitigato la risposta glicemica post-snack. Questo è importante perché livelli costantemente elevati di glicemia nel sangue dopo aver mangiato uno spuntino o un pasto possono essere associati ad un aumentato rischio di malattie cardiache e di morte per tutte le cause, indipendentemente dal fatto che una persona abbia o meno il diabete di tipo 2”.

Le mandorle forniscono fibre (12,5/3,5g per porzione da 100/30 g) e 15 nutrienti essenziali tra cui (per porzione da 100/30 g): magnesio (270/81 mg), potassio (733/220 mg) e vitamina E (25,6/7,7 mg), rendendoli uno spuntino perfetto e ricco di sostanze nutritive. Una porzione di mandorle (30g) contiene 13g di grassi insaturi buoni e solo 1 g di grassi saturi.

Lo studio in breve
Questo studio acuto si è basato su un disegno crossover randomizzato e ha incluso due spuntini, mandorle non tostate o biscotti dolci, pari al 10% dell’energia giornaliera. I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale all’intervento, in modo da ricevere i due spuntini in un ordine equilibrato. C’è stata almeno una settimana di washout tra gli spuntini, intervallo di tempo ritenuto sufficiente affinché gli indicatori chiave tornassero ai livelli pre-intervento. Cento (100) partecipanti (75 donne e 25 uomini; BMI medio di 23,1 kg/m²) hanno completato lo studio. L’età media era di 29 anni con un range da 18 a 65 anni.

Il giorno del test, i partecipanti hanno consumato una colazione standardizzata. Due ore dopo, hanno consumato lo spuntino assegnato. Le valutazioni della glicemia e dell’appetito sono state misurate al basale e a intervalli di 15 o 30 minuti dopo il consumo. Due ore dopo la merenda, è stato offerto il pranzo ai partecipanti, che sono stati lasciati liberi di mangiare quanto desiderato, ed è stato registrato il consumo. I partecipanti hanno anche registrato l’assunzione di cibo per il resto della giornata.

Risultati
La risposta glicemica è stata inferiore dopo lo spuntino alle mandorle rispetto allo spuntino con biscotti. La differenza media (95% CI) nell’area incrementale della glicemia sotto la curva era di 53 mmol/L.min (p<0,001).

Le valutazioni dell’appetito non differivano tra i gruppi, ad eccezione del punteggio dell’appetito a 90 minuti, che era inferiore per i biscotti rispetto alle mandorle. Il quoziente di sazietà medio per la fame quando si utilizzano i fattori Atwater per l’energia era statisticamente significativamente più basso per le mandorle rispetto ai biscotti (p=0,037). Questa differenza non era più statisticamente significativa quando nell’equazione veniva utilizzata energia digeribile.

Non c’erano differenze nelle calorie consumate a pranzo tra i gruppi di snack. Tuttavia, quelli nel gruppo delle mandorle hanno riferito di consumare ~ 150 calorie in meno (in media) nel corso della giornata rispetto al gruppo degli snack con biscotti. Non c’erano differenze statisticamente significative in altri nutrienti, sebbene vi fosse una tendenza non statisticamente significativa per assunzioni assolute inferiori di grassi saturi (p=0,056) e zuccheri (p=0,053) nello spuntino con le mandorle rispetto a quello con biscotti.

Limiti
Lo studio ha alcuni limiti. La natura dello studio fornisce informazioni utili a breve termine, ma i risultati non si traducono necessariamente in comportamenti a lungo termine. A causa della diversa composizione nutritiva degli snack, la densità energetica non è stata controllata. Il monitoraggio delle concentrazioni di glucosio nel sangue sarebbe stato più indicativo per periodi più lunghi poiché la ricerca ha dimostrato che le mandorle intere riducono sul momento la glicemia e gli effetti persistono dopo un secondo pasto. Infine, i partecipanti erano di peso normale o sovrappeso, quindi i risultati non possono essere estesi ad altre popolazioni.

Conclusioni
Mangiare mandorle come spuntino di metà mattina, invece di uno spuntino con biscotti di pari calorie, ha migliorato le risposte glicemiche post-snack dei partecipanti e ha ridotto l’apporto energetico durante il resto della giornata. Sostituire gli snack meno salutari con le mandorle può aiutare a sostenere gli sforzi di gestione del peso e aiutare a mantenere normali livelli di glucosio nel sangue. Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare gli effetti a lungo termine di questo intervento e su popolazioni più ampie.

fonte: https://www.freshplaza.it

Tags :
Mandorle Bio
Condividi :

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le notizie aggiornate

I nostri recapiti

Richiedi Informazioni

Per diventare socio è necessario presentare domanda utilizzando il modulo di iscrizione.
Spesa finanziata con l’aiuto finanziario dell’Unione. (art. 34 del Reg. UE n. 1309/2013). Programma Operativo 2020/2024, annualità 2021

Società Coop. Agricola La Mandorla – P. Iva: 01961610852

Copyright © 2021. All rights reserved.

Nuove misure per la mandorlicoltura siciliana

Nuove misure per la mandorlicoltura siciliana

News ed Eventi
mandorlicoltura siciliana
L’importanza dell’aggregazione

Presto nuove misure per la mandorlicoltura siciliana

Il ruolo delle OP-Organizzazioni di Produttori in Italia è cruciale per creare opportunità e salvaguardare la sopravvivenza delle imprese agricole, soprattutto nei territori dove c’è maggiore frammentazione.

Un esempio virtuoso è quello dell’OP La Mandorla di Mazzarino (CL), costituitasi dopo anni di impegno da parte di alcuni imprenditori che, nell’intento di mettere assieme le aziende, hanno dovuto superare non poche diffidenze dovute a una scarsa cultura d’impresa.

mandorlicoltura siciliana
Da sx. Bongiovì, Ferreri, Scilla, Mineo, Selvaggio

Mai come oggi, dunque, l’unione può e deve fare la forza in agricoltura. L’aggregazione serve anche per catalizzare tutte quelle risorse che le Istituzioni mettono a disposizione delle aziende purché, appunto, siano unite.

E’ così che Rocco Selvaggio, Calogero Bongiovì e Cateno Ferreri, rispettivamente presidente, vicepresidente e agronomo nonché presidente A.Pro.Ma.S, hanno potuto portare sul tavolo dell’assessore regionale all’Agricoltura, Toni Scilla, alcune questioni di interesse per l’intero settore della mandorla.

Dopo una breve introduzione sull’iter che ha portato alla definizione dell’OP, interamente specializzata sulla mandorla e unica nel suo genere in Italia, il presidente Selvaggio ha chiesto una maggiore sensibilità da parte della Regione verso il comparto. Immediata la risposta dell’assessore, che ha anticipato l’uscita di una misura ad hoc per l’intero comparto della frutta secca, per un importo di 15 milioni di euro, tesa alla chiusura e al potenziamento dei processi di filiera. Un’occasione molto importate, che agevolerà l’arrivo del prodotto finale sui banchi dei negozi: mandorle sgusciate, magari spellate e sotto altre forme e, perché no, anche trasformati. Meglio ancora se la mandorla siciliana, salubre, fresca e buona, riuscisse ad arrivare sugli espositori con confezioni da 40/50 gr, facendo così concorrenza diretta al prodotto d’oltremare, che è di qualità opinabile e infinitamente meno sostenibile.

Altra richiesta portata sul tavolo è stata quella relativa alla diversificazione dei parametri nella valutazione e attribuzione dei punteggi nei bandi PSR. Questa volta è stato il vicepresidente Bongiovì a sostenere l’opportunità di concedere, nell’ottica di incentivare l’aggregazione tra aziende, un punteggio aggiuntivo alle aziende associate alle OP, in quanto soggetti portatori di interessi comuni a molte attività produttive, a differenza delle singole aziende che rappresentano solo se stesse. L’assessore si sarebbe detto disponibile a valutare l’imbeccata, atteso che sarà necessario compiere gli opportuni approfondimenti normativi per capire se la richiesta è attuabile.

Infine, ma non per ultimo, è giunto il contributo di Ferreri che è intervenuto nella duplice veste di agronomo e di presidente di A.Pro.Ma.S. (Associazione Produttori Mandorla di Sicilia). L’esperto ha parlato dell’avvio dell’iter per la definizione dell’Indicazione Geografica Protetta della mandorla degli areali specializzati tra le province di Caltanissetta, Enna e Agrigento, sostenendo che l’Igp si chiamerà “mandorla di Sicilia” in quanto anche in altre province c’è molto interesse e un trend in crescita. L’Igp è uno straordinario strumento di tutela e conservazione delle colture di pregio, ma anche un moltiplicatore della loro commercializzazione. I professionisti del territorio stanno mettendo a punto gli ultimi particolari prima di presentare la pratica, che Scilla si è detto pronto a sostenere.

L’amministratore avrebbe, secondo quanto riferitoci dai responsabili dell’OP, rilanciato la propria disponibilità chiedendo a “La Mandorla” di aderire al marchio QS (Qualità Sicilia), creato proprio dalla Regione.

Fonte: https://www.freshplaza.it

Tags :
Mandorle Bio
Condividi :

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le notizie aggiornate

I nostri recapiti

Richiedi Informazioni

Per diventare socio è necessario presentare domanda utilizzando il modulo di iscrizione.
Spesa finanziata con l’aiuto finanziario dell’Unione. (art. 34 del Reg. UE n. 1309/2013). Programma Operativo 2020/2024, annualità 2021

Società Coop. Agricola La Mandorla – P. Iva: 01961610852

Copyright © 2021. All rights reserved.

OP La Mandorla alla Fruit Attraction 2021 di Madrid

OP La Mandorla alla Fruit Attraction 2021 di Madrid

News ed Eventi
Fruit Attraction 2021 di Madrid

Risorge il comparto della mandorla in Sicilia

A rappresentare il comparto della frutta secca siciliana alla Fruit Attraction 2021 di Madrid, c’era l’OP La Mandorla di Mazzarino (CL). Nello stand dell’Organizzazione di Produttori, all’interno della collettiva ITA – ICE, abbiamo incontrato il presidente Rocco Selvaggio.

L’OP La Mandorla era presente con uno stand proprio alla Fruit Attraction 2021 di Madrid: da sx. Carmiciano Giovanni, Selvaggio Rocco (presidente) e Ferreri Gabriele

“La nostra è la prima organizzazione di produttori in Italia interamente votata alla mandorla – ha detto Selvaggio – E siamo venuti qui, a Madrid, per farci conoscere meglio e soprattutto per far conoscere le straordinarie qualità organolettiche della mandorla siciliana”.

“Il nostro obiettivo – ha proseguito il presidente – è quello di rafforzare la filiera della mandorla, a partire dalla produzione, per dare un maggior valore a una referenza che nel passato ha visto la Sicilia, cioè l’Italia, come maggiore produttore di mandorla al mondo. Ecco, vorremmo far crescere nuovamente questo comparto, ampliando le produzioni che nei nostri areali assumono un aspetto qualitativo altrove inarrivabile. A questo si aggiunga la freschezza di un prodotto che non viaggia per nave per decine di migliaia di km, ma che può raggiungere tutta l’Europa e oltre in pochissimi giorni. Al momento è infatti il prodotto estero, quello d’oltremare, a essere imperversante in Italia e in Europa, con una qualità molto bassa”.

Quel che bisogna superare è la soluzione di continuità nella filiera, fin qui troppo frammentata, che non consente un reddito corrispondente al valore finale del prodotto. Se si considera che per 1 kg di mandorle alla produzione un prezzo che va tra 1,80 e 2,50 euro è considerato una buona quotazione, ciò non equivale lontanamente al prezzo esposto al supermercato di 1 euro per 40 grammi di prodotto (importato e qualche volta scadente, oltre che vecchio) sgusciato e, talora, neanche spellato e proposto con packaging non proprio sostenibile.

Certamente la mandorla siciliana si presta più agli impieghi dell’alta pasticceria internazionale e della ristorazione di livello, piuttosto che al consumo dozzinale da snack, magari salato e processato industrialmente. Ed è per questo che bisogna insistere sulla filiera: dal campo al canale di destinazione: perché buona parte del valore finale rimanga nelle tasche del produttore e non tra i rivoli di inutili passaggi commerciali.

Bene dunque le iniziative di promozione e comunicazione dell’OP La Mandorla che, in un’ottica di crescita sul piano della cultura d’impresa e dell’internazionalizzazione aziendale, pone i propri prodotti e produttori in una vetrina prestigiosa e seguita come quella di Madrid.

Attività e Competenze

L’OP La Mandorla conta un centinaio di soci, per circa 3 milioni di euro di fatturato e un’estensione di circa 2000 ettari, situati prevalentemente nella Sicilia centrale e occidentale. La presidenza del sodalizio, oltre ad aver rilanciato la promozione, ha di recente implementato una serie di attività tese a migliorare le competenze dei propri associati. Tra queste una tre giorni (23/24/25-10-2021), articolata in attività convegnistiche e giornate in campo, promossa con l’intervento dell’esperto agronomo Vito Vitelli, presso le sedi dell’OP.

fonte: https://www.freshplaza.it

Tags :
Mandorle Bio
Condividi :

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le notizie aggiornate

I nostri recapiti

Richiedi Informazioni

Per diventare socio è necessario presentare domanda utilizzando il modulo di iscrizione.
Spesa finanziata con l’aiuto finanziario dell’Unione. (art. 34 del Reg. UE n. 1309/2013). Programma Operativo 2020/2024, annualità 2021

Società Coop. Agricola La Mandorla – P. Iva: 01961610852

Copyright © 2021. All rights reserved.